Avis
05 Luglio 2018
Mercatino dei Bambini - giovedì 5 luglio 2018
Avis
05 Luglio 2018
Mercatino dei Bambini
Avis
16 Giugno 2018
Corso di Formazione - L'Avis a Scuola: Interazione Educativa

Dal primo presidente

Il primo presidente dell'AVIS, il Prof. Carlo Santini, allora primario chirurgo dell'ospedale civile, riuscì col suo ascendente e la sua comprensione a disciplinare le donazioni, costituendo un buon nucleo di volontari che lo seguirono con tutto il loro entusiasmo. Proseguì la sua opera (dal 1948 fino al 1959) il Prof. Renato Scoccianti.

Dott. Giuseppe SerraniA lui succedette il Dott. Giuseppe Serrani, che ricoprì il prestigioso incarico fino alla sua morte, avvenuta nel 1990. Quando, nel 1990, il dott. Serrani improvvisamente scomparve, l'Avv. Paolo Marcozzi, che gli succedette, ebbe modo di sottolineare il ruolo di un uomo al quale l'AVIS di Jesi deve molto e che, per tanti anni, fin dalla fondazione della sezione, ne rappresentò l'essenza e lo spirito: "Se un presidente è la voce dell'associazione e la rappresenta in tutte le sue manifestazioni esteriori, il dott. Serrani costituì per l'AVIS iesina qualcosa di più; eletto vice presidente dell'associazione al momento della sua costituzione, il 19 gennaio 1947, ne rimase presidente fino alla sua morte, ricoprendo pertanto mansioni direttive ininterrottamente per ben 43 anni; egli costituì pertanto l'anello di congiunzione fra i pionieri fondatori della sezione e gli odierni associati, unendoli tutti in un unico, ideale e fraterno abbraccio. La stima e la simpatia che tutti avevano per lui rapresentano qualcosa di irripetibile e arricchiranno per sempre il patrimonio della nostra sezione". Innumerevoli episodi testimoniano la schiettezza e la semplicità dell'uomo, fin da quando, ai tempi eroici, si recava nelle fabbriche della Vallesina e, salendo sopra un banchetto, ricordava a tutti la necessità di donare sangue. L'intitolazione al dott. Serrani del centro trasfusionale, avvenuta in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione, costituisce un doveroso omaggio da parte di tutti i donatori iesini alla memoria di un uomo che tanto ha dato allo sviluppo della coscienza del volontariato nella città di Jesi.

e-mail