Assemblea Ordinaria ed Elettiva 18 Aprile 2021
18 Aprile 2021
Assemblea Ordinaria ed Elettiva 18 Aprile 2021
Avis Jesi
28 Dicembre 2020
Servizio Civile 2021
Avis
05 Novembre 2020
AGGIORNAMENTI PER LA DONAZIONE in tempi di COVID-19

AGGIORNAMENTI PER LA DONAZIONE in tempi di COVID-19

05 Novembre 2020

Misure preventive

Le Donazioni e gli esami verranno effettuati solo su prenotazione.

Messa in atto di tutte le misure per prevenire la diffusione del Sars-CoV-2: distanziamento, dispositivi di protezione individuale, lavaggio delle mani.

Prima di accedete in Reparto viene effettuato un triage che comprende la misurazione della Temperatura corporea.
In caso di T ≥ 37.5° C, la donazione deve essere rinviata.

 

Misure di sospensione alla donazione

  • Rientro in Italia da Paesi Esteri a rischio (consultare telefonicamente il Centro Trasfusionale): ammissione alla donazione dopo almeno 14 giorni, se il test risulta negativo.
  • Contatto con soggetto con infezione documentata da Sars-CoV-2: sospensione di 14 giorni dall’ultima esposizione, se non viene eseguito alcun test, oppure di 10 giorni con test negativo al decimo giorno.
  • Donatori che hanno contratto infezione documentata da Sars-CoV-2:

-       Casi positivi asintomatici: sospensione di 10 giorni con test negativo;

-       Casi positivi sintomatici: sospensione di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi, con test negativo eseguito dopo almeno tre giorni senza sintomi.

 

Informazione post-donazione

Il donatore è tenuto a comunicare tempestivamente eventuali malattie insorte dopo la donazione, ai fini della tutela della salute dei pazienti trasfusi.

In particolare, data l’attuale emergenza sanitaria dovuta al SARS-CoV-2, il Centro Nazionale Sangue invita tutti i donatori a comunicare le seguenti condizioni:

•             diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, nei 14 giorni successivi alla donazione (tampone positivo);

•             insorgenza improvvisa di sintomi compatibili con infezione da SARS-CoV-2, nei 14 giorni successivi alla donazione;

•             contatto stretto, nei due giorni precedenti la donazione, con soggetto cui solo successivamente è stata posta diagnosi d’infezione da SARS-CoV-2.

 

Considerato che ad oggi il rischio di trasmissione trasfusionale del SARS-CoV-2 non è documentato, non si ritiene necessario aggiungere alle misure suddette l’esecuzione di test sierologici che non dimostrano la contagiosità del soggetto.



Vi invitiamo a mettere MI PIACE alla pagina Facebook AVIS JESI o seguire la procedura riportata nella Homepage per aggiungere AVIS JESI WHATSAPP ed essere sempre aggiornati tempestivamente su eventuali news ed informazioni utili

e-mail